LABORATORIO DI COMPOSIZIONE 

La scadenza delle domande di iscrizione è posticipata al 15/07/2018.

Il corso di Composizione è incentrato sulla creazione e realizzazione musicale di una "colonna sonora collettiva" per Pinocchio, film muto del 1911 diretto da Giulio Antamoro, il primo film tratto da Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi (visibile al link https://vimeo.com/173895465/b071590020) che ha come protagonista Ferdinand Guillaume, noto anche come Polidor. Per la realizzazione dei brani è possibile l'utilizzo di mezzi elettroacustici, così come musica mista, dal vivo ed elettronica. Nel caso di musica mista, lo strumento disponibile sarà il clarinetto (anche clarinetto basso).
È tuttavia possibile partecipare anche utilizzando soltanto il clarinetto senza l'elettronica, ma questa dovrebbe essere più l'eccezione che la regola; auspichiamo infatti che l'intero lavoro abbia una natura più elettroacustica che strumentale.
L'aspetto collettivo del lavoro deriva dalle parti diverse del video che saranno assegnate ai compositori, selezionati dal M° Yan Maresz subito dopo la data di scadenza di presentazione delle domande di partecipazione del 15 giugno.
Durante l'estate sarà utilizzata una piattaforma social condivisa per discutere la realizzazione del progetto via internet.
La settimana propria di corso si concentrerà sulla finalizzazione e il mixing collettivo delle parti differenti dei lavori individuali per formare un'unica opera che sarà mostrata ed eseguita insieme alla proiezione del film in una serata evento prevista per il 28 agosto nel cartellone del Festival.
Le opere elettroacustiche possono essere realizzate con qualsiasi tipo di tecnica, da registrazioni concrete alla sintesi e via di seguito, e saranno riunite insieme in un formato multitraccia che potrà essere ulteriormente lavorato durante il corso (qualunque sia l'ambiente usato per comporre, il rendering del multitraccia in singole tracce audio è quindi importante). Il file finale risultante sarà in formato stereo. L'uso del clarinetto con l'elettronica dal vivo può essere realizzato usando Max-Msp oppure Pure Data.

Massimo 8 allievi

Durante il laboratorio, in data e orario da definire, ci sarà una lecture del Maestro Fabio De Sanctis.

L’organizzazione si riserva di mettere a disposizione degli studenti più meritevoli alcune borse di studio previa richiesta alla segreteria, da assegnarsi al termine del corso e ad insindacabile giudizio dei docenti.

Compositore francese nato a Monaco nel 1966, Yan Maresz ha cominciato gli studi musicali con pianoforte e percussioni all’Accademia di Musica di Monte Carlo. Molto presto scopre il jazz e inizia a studiare chitarra da autodidatta. Nel 1983 studia con il chitarrista John Mc Laughlin del quale è stato l’unico allievo e del quale più tardi diviene il principale orchestratore e arrangiatore. Studia jazz al Berklee College Music di Boston dal 1984 al 1986 e si orienta progressivamente verso gli studi di composizione. Nel 1986, ottiene una Borsa di studio dalla Fondation Princesse Grâce de Monaco ed entra alla Juilliard School di New York, dove si diploma in composizione con David Diamond nel 1992. Parallelamente prosegue anche la sua attività jazzistica collaborando come arrangiatore e chitarrista con John Mc Laughlin nei suoi dischi «The Promise», «Time Remembered» e «Thieves & poets». Nel 1993, si trasferisce a Parigi e segue il corso di composizione e informatica musicale dell’Ircam con Tristan Murail.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti come il Secondo Premio del concorso di composizione città di Trieste nel 1991 e il Premio Rossini dell’Accademia di Belle Arti nel 1994. In questo stesso anno è finalista al premio Prince Pierre de Monaco oltre che al Gaudeamus di Amsterdam. Nel 1995, la Sacem gli assegna il premio Hervé Dugardin e la sua opera «Metallics» viene promossa dall’International Rostrum of Composers dell’Unesco. Nel 2006, riceve il Premio Sacem per i Giovani Compositori. É residente all’Accademia di Francia a Roma, Villa Medici dal 1995 al 1997, all’Europaïsches Kolleg der Künste di Berlino nel 2004, e alla Civitella Ranieri Foundation nel 2012.
Yan Maresz ha ricevuto commissioni dall’Orchestre de Paris, dallo stato francese per l'Orchestre de Cannes e l'Orchestre d'Auvergne, dalla Chambre Philharmonique, dall'Orchestre Philharmonique di Radio France, dalla London Sinfonietta, del Festival d’Aix-en-Provence, dall’Ensemble Intercontemporain, dall'IRCAM, dall'Auditorium del Louvre, dal Festival Piano aux Jacobins, dal Festival Musica, dal Ballets di Monte-Carlo, dal Chœur de Chambre Accentus e dai Percussionisti di Strasburgo. Le sue opere vengono eseguite in Francia e all’estero per i grandi festival internazionali da numerose formazioni.
Tiene regolarmente master classes in tutta Europa oltre che all’Ircam, dove porta avanti un lavoro di ricerca sull’orchestrazione tenendo spesso conferenze. Nel 2003/2004, è compositore in résidence al conservatorio di Strasburgo e nel 2004/2005 è professore di composizione ospite all'università McGill di Montréal. Dal 2006 al 2011 tiene il corso di composizione e musica elettronica dell’Ircam e dal 2007 al 2012, insegna orchestrazione al Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse de Paris.
Insegna attualmente Nuove Teconologie e Composizione Elettroacustica al Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse de Paris, e al Conservatoire de Boulogne-Billancourt.

www.yanmaresz.com/