CORSO DI PIANOFORTE

L'orario e il funzionamento del corso saranno definiti dal maestro in base alla composizione della classe.

Massimo 10 allievi

L’organizzazione si riserva di mettere a disposizione degli studenti più meritevoli alcune borse di studio previa richiesta alla segreteria, da assegnarsi al termine del corso e ad insindacabile giudizio dei docenti.

Per tutte le informazioni relative a modalità e quote di iscrizione clicca qui

 

Davide Cabassi

Inizia giovanissimo lo studio del pianoforte, compiendo gli studi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano nella classe di Edda Ponti (si diploma con lode nel 1995). Già negli anni di studio si afferma in vari concorsi pianistici (fra cui il concorso F.I.D.A.P.A di Pisa nel 1988 e il concorso Città di Pavia nel 1992) e debutta con orchestra, eseguendo nel 1990 il Secondo concerto di Šostakovič con l'Orchestra Sinfonica della RAI di Milano sotto la direzione di Vladimir Delman.

Si perfeziona alla Fondazione Internazionale per il Pianoforte di Cadenabbia, sul Lago di Como, con Rosalyn Tureck, William Grant Naborè, Leon Fleisher, Karl Ulrich Schnabel, Dmitri Bashkirov e Alexis Weissenberg.

Vince il 1º premio al Premio "Franco Alfano" di Sanremo (1999), il 2º premio (1° non assegnato) al 51º Concorso internazionale "Viotti" di Vercelli (2000), il 2º premio alla European Piano Competition "Luciano Gante" di Pordenone (2002) e il 3º premio nella sezione concerto classico alla International Piano Concerto Competition di Cantù (2002).

L'affermazione definitiva arriva nel 2005, quando ottiene un Top-Prize (tra i 6 finalisti) al prestigioso Concorso pianistico internazionale Van Cliburn.

Dal 2006, oltre a calcare i palchi delle maggiori sale concertistiche, Cabassi intraprende una notevole attività discografica. Pubblica le prime incisioni per etichette come Sony BMG, Concerto Classics e Col-legno, ottenendo critiche molto positive (il suo primo album Dancing with the orchestra ottiene nel 2007 il Premio della critica della rivista Classic Voice per il miglior esordio discografico dell'anno). Pubblica inoltre alcuni dischi per la stampa musicale specializzata italiana (Suonare news, Amadeus) e le sue esecuzioni sono riprese in televisione sulla Rai e Sky Italia e alla radio su Radio Tre, Radio Popolare, Radio Svizzera Italiana e Radio France.

Il 2012 vede il suo esordio per Decca, un disco con alcune Sonate e Variazioni di Mozart. Segue nel 2015 il primo disco dell'integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven, sempre per Decca.

Si è esibito per importanti istituzioni italiane (Teatro alla Scala, Società del Quartetto, I Pomeriggi Musicali, Serate Musicali e Società dei Concerti di Milano, Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, Teatro Carlo Felice, Teatro Filarmonico di Verona, Accademia Filarmonica di Bologna) e in importanti sale da concerto in Stati Uniti, Europa, Israele, Cina, Giappone, Argentina e Russia (tra cui Carnegie Hall di New York, Louvre e Salle Gaveau a Parigi, Città Proibita e Centro Nazionale per le Arti dello Spettacolo di Pechino, Mozarteum di Salisburgo, Gasteig di Monaco, Conservatorio di Mosca, Festival di Roque d'Antheron e Tiroler Festspiele di Erl, dove è stato artist-in-residence, Kozerthaus di Berlino e Musikverein di Vienna).

Ha lavorato con direttori d'orchestra quali James Conlon, Gustav Kuhn, Asher Fisch, Vladimir Delman, Tito Ceccherini, Antonello Manacorda, David Coleman, Marco Angius, Daniele Gatti, Kimbo Ishii, Carlo Goldstein, Philipp von Steinecker, Helmuth Rilling e Federico Maria Sardelli, affiancando importanti orchestre italiane e del panorama internazionale.

In ambito cameristico suona in duo pianistico con la moglie Tatiana Larionova, è stato membro del quintetto "Five Lines" e ha fondato l'ensemble BAS Sinfonietta. Collabora con Enrico Fagone, Marco Pierobon e il Gomalan Brass Quintet. Nelle collaborazioni con la danza ha suonato per Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Sylvie Guillem e Massimo Murru.

Cabassi è anche un apprezzato didatta. Dopo essere stato per diversi anni titolare di una cattedra di pianoforte principale al Conservatorio Monteverdi di Bolzano, da ottobre 2015 insegna al Conservatorio di Piacenza.